HOME
ET&COMUNIC@TION
ATTIVITA' LOCALI
SOCIAL TRIBE
ECONOMIA E FINANZA
LAVORO
BANDI E APPALTI
MOTORI
OROSCOPO
ART ON THE WEB
SPORT
SALA GIOCHI
E-MAIL
WEB TV
CONTATTACI
RICERCA NEL SITO

CASTROVILLARI.BIZ
WEB SERVICE
 

Social Tribe

 

 

 

     I punti caldi nel mondo. I possibili scenari di conflitto del 2015 - Sono quindici i possibili scenari di conflitto individuati da esperti di politica estera e militare nel 2015   BANDI E APPALTI  ECONOMIA E FINANZA SOCIAL TRIBE MOTORI

I punti caldi nel mondo. I possibili scenari di conflitto del 2015 - Sono quindici i possibili scenari di conflitto individuati da esperti di politica estera e militare nel 2015. Si parte con la Siria le cui violenze potrebbero interessare: Libano, Giordania, Turchia e oltre dopo che lo Stato Islamico e il regime di Assad sconfiggono le ultime resistenze dell'opposizione moderata. 2) Una terza rivolta palestinese contro Israele scoppia dopo le elezioni di marzo. Si trasforma in una lotta violenta che coinvolge sempre più fondamentalisti palestinesi e israeliani. I militanti provenienti dai paesi vicini si affollano nella mischia.3) L’  Iran non riuscendo a raggiungere un accordo con le potenze mondiali sul suo programma nucleare, spinge per la creazione di armi nucleari. Israele si muove per fermare gli sforzi dell'Iran, scatenando una guerra regionale.4) Hamas, alla ricerca di maggior peso politico, apre un nuovo fronte con Israele dalla Cisgiordania o rinnova attacchi dalla sua roccaforte nella Striscia di Gaza.6) Arabia Saudita: Re Abdullah, 90 anni, muore. L'attuale principe ereditario, Salman, ne ha 79. La successione avviene in un momento delicato visto che la Saudi Air Force continua a bombardare lo Stato Islamico a cui si sono uniti migliaia di giovani sauditi. 7) Paesi Baltici: Vladimir Putin sonda i membri della NATO per fomentare problemi con le minoranze russe in Estonia e Lettonia e con Kaliningrad ex fortezza russa tra Polonia e Lituania. I recenti problemi sulla violazione dello spazio aereo dimostrano la volontà della Russia di testare le capacità della NATO. 8) Russia e Ucraina: Ribelli sostenuti da forze russe, combattono più a ovest in Ucraina per creare un corridoio di terra che li unisca alla Crimea. Questo innesca sanzioni economiche più importanti degli Stati Uniti e dell'Unione Europea.9) Mar della Cina: Scontri scoppiano tra navi militari cinesi e pescatori nel Mar Cinese meridionale; Caccia cinesi e giapponesi si impegnano in un combattimento ravvicinato sulle contestate isole Senkaku / Diaoyu. L'escalation porta ad infiammare le tensioni nazionalistiche. 10) Nigeria: I militanti del gruppo islamico Boko Haram aumentano i loro attacchi per acquisire il controllo di più territorio per il loro califfato nel nord-est della Nigeria. I militari del Presidente Goodluck Jonathan non riescono a contenere l'aumento della rivolta nella nazione più popolosa dell' Africa. 11) Afghanistan / Pakistan: I militanti talebani delle regioni pashtun dell'Afghanistan e del Pakistan si collegano con lo Stato islamico. Fanno progressi nel loro tentativo di prendere il potere a Kabul e Islamabad, dato che  gli Stati Uniti riducono la presenza di truppe. 12) India / Pakistan: Un attacco terroristico avvenne a Mumbai nel 2008, quando  alberghi di lusso e una stazione ferroviaria furono attaccati da un gruppo militante con base in Pakistan. I Nazionalisti indù del primo ministro Narendra Modi Bjp (Bharatiya Janata Party), sotto pressione potrebbero rispondere duramente, innescando una crisi tra i paesi vicini con l' uso di armi nucleari. Corea Del Nord: Un sottomarino nordcoreano affonda una nave sudcoreana sostenendo che stava spiando. Ricordando l'affondamento della nave sudcoreana Cheonan, nel 2010, la Corea del Sud si vendica affondando una nave nordcoreana.13) Artico: Le crescenti tensioni tra Russia, Stati Uniti, Norvegia, Danimarca e Canada su chi possiede il diritto alle risorse naturali dell'Artico porta a conflitti. Controversie sorgono su territori come Svalbard il cambiamento climatico scioglie più ghiaccio artico e cio' aumenta il potenziale commerciale della regione. 14) Iraq: I militanti dello stato islamico innescano una guerra settaria in piena regola, opponendo la maggioranza musulmana sciita contro la minoranza sunnita. Questo interrompe la produzione di petrolio del paese e attira Stati Uniti e potenze regionali nel conflitto. 15) Grecia: Il governo della Grecia cade, portando al leader dell'opposizione Alexis Tsipras maggiore potere anche anti europeista ( anti-euro ) ne consegue l’ uscita della nazione dall’ euro con conseguenze tutte da verificare.

 

 

  

 




RSS Feed